BREAKTHRU, gli Aeren presentano il nuovo disco; oggi fuori il singolo 0 479

Gli AEREN nascono nel Marzo del 2014 con lʼidea di proporre un progetto del tutto inedito in chiave Alternative Rock. Dopo aver completato la line-up nella primavera del 2015, lʼottobre dello stesso anno esce “AEREN – EP”. Segue un tour promozionale in tutta la Puglia con tappa in diversi festival locali, culminato nellʼagosto del 2016 con lʼesibizione al Taranto Rock Festival, organizzato da altramusicalive e rumore dal basso, in apertura di Andrea Chimenti.

Nel dicembre del 2016 la band pubblica il primo singolo ufficiale “Bad Weakness”, registrato il luglio dello stesso anno a Sofia, in Bulgaria. “Bad Weakness” vince il premio singolo e videoclip dellʼanno redatto da Pugliamusic nel 2016. Nel 2017, dopo la pubblicazione della cover “The Pretender” dei Foo Fighters, inizia la produzione di “BREAKTHRU”, primo full-lenght della band. Il disco, prodotto tra il MAST studio di Bari e lo StudioGaudio di Taranto, conduce la band ad una eccellente collaborazione con Giovanni Versari, mastering engineer internazionale e vincitore di un Grammy Award per “Drones” dei Muse.

Nel 2017 diversi sono stati gli appuntamenti live aprendo ad artisti come Francesco Sarcina (Le Vibrazioni) al MEDIMEX di Bari, a The Zen Circus, GOMMA, Sick Tamburo e Go!Zilla al Cinzella Festival. Conclusa la produzione del disco, la band firma un contratto biennale con la Sliptrick Records che promuoverà e distribuirà “BREAKTHRU” in tutto il mondo a partire dal 6 Marzo 2018. Il primo singolo estratto dallʼalbum, “Breath Of Air” è disponibile dal 27 dicembre 2017 sul canale YouTube della band. Il videoclip, co-prodotto da Oniris Pictures, tratta la profonda tematica del disastro ambientale di livello planetario partendo proprio da Taranto, realtà simbolo di questo dramma.

È uscito oggi il nuovo singolo estratto dallʼalbum, “Wrong Reactions”, che tratta un altro tema molto importante: bisogna sempre fare i conti col passato e ripartire dai propri errori, senza lasciarsi mai manipolare da chi tenta di portarci a seguire unʼaltra strada.

Durante la conferenza stampa, la band ci guiderà nella scoperta dell’intero cosmo contenuto in “BREAKTHRU”, il primo Full Lenght (6 Marzo 2018, Sliptrick Records) degli AEREN, formazione Alternative Rock tarantina che ha scelto la sua città per la presentazione al pubblico. Durante la conferenza stampa gli ospiti avranno modo di interagire con i membri della band (Silvia Galetta, Simone Solidoro, Cosimo De Marco e Simone D’Andria) e con i tecnici di ass. StudioGaudio (Francesco Gaudio e Salvatore Buzzerio), responsabili del lavoro svolto durante la produzione in studio e reduci da una importantissima esperienza con i più importanti sound engineer italiani.

Ci sarà anche modo di fare riflessioni sul singolo pubblicato il 27 dicembre scorso, “Breath Of Air“, che trae ispirazione dalla condizione ambientale della città d’origine della band, Taranto, specchio del mondo in cui viviamo.  Per farlo, interverrà il regista del video Pietro Cinieri, anche lui reduce da un’importantissima esperienza a Los Angeles, che introdurrà la sua Oniris Pictures e spiegherà come ha deciso di co-produrre il lavoro della band.

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Cinzella Festival, Letimotiv: “Cinzella testimonianza del cambiamento” 0 275

Anche i Leitmotiv sul palco del Cinzella Festival. Tarantini dalla nascita, hanno portato in tour il loro ultimo album uscito nel 2015, “I Vagabondi”, ed in questa intervista ci parleranno di Cinzella, del loro ultimo album e di un eventuale nuovo lavoro!

 

CINZELLA – “Il Cinzella Festival è la testimonianza concreta della voglia di cambiare di questa città. Parte di questa organizzazione è dovuta al primo maggio tarantino, che è un evento con una portata sociale maggiore – oltre a quella culturale e musicale. Il Cinzella è la speranza di andare oltre, di crescere, di parlare con la musica e con le note grazie a tantissimi artisti locali della zona. Un’esperienza bellissima essere qui nelle vesti dei Letimotiv e suonare nella nostra città.”

 

LETIMOTIV, I VAGABONDI E NUOVI LAVORI – “I Vagabondi è stato un disco sfornato solo dopo un anno dal precedente. Ha avuto una bellissima tournée, siamo un gruppo indipendente con un suo seguito piccolino ma ostinato, il che rende ogni data un po’ speciale. Poi ci siamo un po’ fermati, abbiamo avuto un cambio di line up che ha comportato una pausa fisiologica. Questo significa che ora siamo un po’ più carichi, il disco è in luce, ha una sua ideazione e ci stiamo lavorando. Dopo l’estate ci metteremo sotto, con l’intenzione di portare nuovi brani in giro!

 

TARANTO – “A me piacerebbe tantissimo che questa città si svegliasse. A Taranto la pecca più grande è l’indolenza, chi ci è nato sa che è una città dalle potenzialità straordinarie, ma siamo molli nell’approccio, disfattisti. Dobbiamo iniziare a crederci ognuno per uno, senza delegare a nessuno. Bisogna partecipare. Non esiste un tarantino che non speri nel cambiamento di questa città. Un esempio, senza fare personalismi, è quello di Michele Riondino, ormai attore di fama nazionale, lui torna nella sua città per sporcarsi le mani. C’è sempre. Questi sono gli esempi da seguire. Taranto può ripartire.”

Argomenti popolari

Editor Picks

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: